Le Acli di Parma confermano Fermi presidente

Il consiglio provinciale delle Acli di Parma, all’unanimità, ha rieletto presidente dell’associazione Enrico Fermi.

L’elezione segue l’iter democratico per il rinnovo degli organi delle Acli che aveva visto a febbraio lo svolgimento del congresso provinciale ma che poi si era interrotto per l’emergenza coronavirus.

Enrico Fermi, che ha già svolto il ruolo di presidente nei quattro anni trascorsi, ha proposto al consiglio provinciale anche la squadra che lo affiancherà nel prossimo mandato.

Vicepresidente è stato eletto Giorgio Zani, tesoriere Claudio Ochi, componenti della presidenza Gianfranco Zannoni, Lucio Mioni, Emore Valdessallici, Aldo Usberti.

Il consiglio ha anche confermato Gianfranco Zannoni nella Pastorale sociale e del lavoro coordinata dall’assistente spirituale don Augusto Fontana.

Appena riconfermato presidente provinciale delle Acli di Parma, Enrico Fermi ha ribadito l’impegno prioritario dell’associazione per il sostegno alle fasce deboli della popolazione, purtroppo cresciute durante l’epidemia.

Fermi ha anche annunciato iniziative per creare opportunità di aggregazione nelle zone del territorio a rischio spopolamento.

Su sollecitazione del vescovo mons. Enrico Solmi, le Acli intendono anche riattivare lo sportello di Patronato presso la Casa circondariale di Parma, sospeso dopo la scomparsa della storica volontaria Luciana Gardoni.

In conclusione dei lavori del consiglio provinciale il presidente delle Acli ha anche annunciato l’adesione alle Acli della Biblioteca sociale “Roberta Venturini”, importante realtà culturale operante nel quartiere San Leonardo.