I giovani delle Acli di Staranzano puntano sul futuro

E’ online il sito dedicato al progetto “Punta sul Futuro” realizzato dai giovani del Circolo Acli “Mons. Francesco Plet” di Staranzano, in provincia di Gorizia.

Il progetto, iniziato a gennaio 2020, mira a contrastare la crescente problematica del gioco d’azzardo, che durante la pandemia ha portato alla luce un’ampia diffusione anche tra i ragazzi.

Il fenomeno è stato meglio analizzato da Giulia Ambrosini, giovane staranzanese che ha collaborato al progetto, assieme a Teo Petruz, al quale si deve la mappatura delle slot presenti nei tre comuni oggetto del progetto al fine di verificare il rispetto dell’attuale normativa regionale sul gioco d’azzardo.

Come è possibile limitare questo fenomeno? I giovani del Circolo di Staranzano, all’interno della struttura di via De Amicis, hanno proposto e torneranno a proporre (emergenza Covid permettendo) serate e momenti gratuiti di giochi da tavolo moderni.

Sono più di 100 i titoli, selezionati con cura dall’esperienza da Valentino Spanghero, che saranno a disposizione, per tutte le età e di tutti i generi. Dalle partite brevi a quelle di qualche ora, giochi da due persone o da gruppi di amici, giochi di movimento, abilità, logica o intelletto, il tutto all’insegna di un momento diverso di socialità.

L’idea del progetto è nata quando il presidente del Circolo Acli, Davide Ronca, ha potuto leggere la spesa pro capite dei concittadini staranzanesi sul sito “L’Italia delle slot” proposto dal gruppo Gedi a seguito di diverse indagini nei vari anni. In tutti e tre i comuni il dato si è sempre rivelato in crescita, risultando Staranzano il comune più virtuoso tra i tre, con un quinto della spesa pro capite rispetto a Gradisca.

A causa della situazione pandemica non è stato possibile organizzare alcuni incontri pubblici di presentazione dei dati e di analisi del fenomeno con i professionisti dell’Azienda sanitaria, già disponibili e pronti per la prossima primavera, quando forse si potranno organizzare degli incontri all’aperto in tutta sicurezza.

Il progetto è stato realizzato grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, con il patrocinio dei Comuni di Staranzano, Turriaco e Gradisca d’Isonzo e la collaborazione con Acli Regionali Friuli Venezia Giulia, Macc, Associazione “Libertà Territorio e Solidarietà” e Associazione Comitato Genitori.

Il sito del progetto “Punta sul Futuro” giovani del Circolo Acli di Staranzano è visitabile QUI.