Le Acli di Arezzo piangono la scomparsa di Antonio Garofalo

Le Acli di Arezzo piangono Antonio Garofalo, presidente del consiglio provinciale dell’associazione dal 2008 al 2016.

Il dirigente aclista è scomparso al termine di una lunga malattia nel giorno di Natale, al compimento del suo settantacinquesimo compleanno.

Le Acli di Arezzo perdono così una personalità particolarmente stimata e apprezzata per la propria sensibilità verso le tematiche sociali, politiche e culturali del territorio.

Garofalo è stato a lungo impegnato come presidente del Circolo Acli di Levane, paese valdarnese dove aveva svolto la propria attività lavorativa in Comune, prima di porre le proprie competenze e le proprie esperienze al servizio dell’associazione anche a livello provinciale.

“Formatosi sugli insegnamenti e sull’esempio di personalità quali don Milani e La Pira – ricordano le Acli di Arezzo – Antonio Garofalo è riuscito con la sua azione sul territorio a testimoniare i principi e le politiche del cattolicesimo di base. La nostra associazione perde un intellettuale profondo e attento, sempre sensibile alle problematiche dei lavoratori e dei più deboli, ma anche sempre pronto alla promozione della cultura attraverso l’organizzazione di numerose iniziative”.