Le Acli di Arezzo riflettono sul senso della pace cristiana

Le Acli di Arezzo propongono una serata di confronto e riflessione sul senso della pace cristiana e sul concetto di pacifismo.

L’iniziativa, promossa in collaborazione con l’associazione di cultura politica Libertà Eguale, è in programma per le 18 di venerdì 6 maggio alla sala comunale Montetini del capoluogo.

Al centro della serata il saggio “I Cristiani e la pace” del filosofo Emmanuel Mounier, opera che risale al 1939, vigilia dell’invasione nazista della Polonia che segnò l’inizio della Seconda Guerra Mondiale.

L’attualità del pensiero e delle tematiche trattate ha portato a una recente riedizione da parte della casa editrice Castelvecchi con l’arricchimento di una prefazione curata da Stefano Ceccanti, professore di diritto pubblico comparato e deputato del Pd.

Oltre allo stesso Ceccanti, parteciperà Maurizio D’Ettore, professore di diritto privato e deputato di Coraggio Italia.

L’incontro sarà aperto dai saluti dell’eurodeputata del Pd Simona Bonafè e del presidente delle Acli di Arezzo Luigi Scatizzi.

La conclusione sarà affidata a Manuela Pisaniello, responsabile cultura delle Acli e componente del consiglio nazionale di Libertà Eguale.

Il testo di Mounier rappresenterà lo strumento per condividere un’analisi sui compiti dei cristiani in tempo di guerra a livello individuale e di convivenza civile, arrivando a chiarire il concetto della “pace” e a declinarne le vie per il raggiungimento.

Le riflessioni dell’autore sono, a distanza di oltre ottant’anni, tornate tristemente attuali con il conflitto in Ucraina che stimola il rigetto del bellicismo e di un astratto pacifismo, e, soprattutto, che richiede un’attenta analisi dell’articolo 11 della Costituzione e della cultura di cui è espressione.

L’incontro delle Acli di Arezzo sulla pace cristiana sarà trasmesso anche in diretta sulla pagina Facebook delle Acli di Arezzo e sul sito radioradicale.it.