Resistenza e Liberazione: le Acli presenti per la ricorrenza del 25 aprile

In tutta Italia le Acli sono presenti per celebrare la ricorrenza del 25 aprile e per ricordare il valore della Resistenza e della Liberazione dalla dittatura nazifascista.

Diversi i modi di partecipare alle manifestazioni, si va dai documenti alla organizzazione di eventi, ma identico lo spirito democratico che anima le iniziative.

Con un documento escono sia le Acli di Brescia che quelle regionali delle Marche.

“E’ l’anima del popolo italiano – scrivono le Acli di Brescia dopo una citazione dell’indimenticato Giovanni Bianchi – che genera la Costituzione e che dalla Costituzione è espressa. Anima che don Milani ha tradotto nel principio della responsabilità: “Ognuno deve sentirsi responsabile di tutto”. Egli propone ai suoi ragazzi (ma anche a tutto il mondo) il motto “I care”, il contrario esatto del motto fascista “Me ne frego”. “I care” è così il simbolo della Costituzione nata dalla Resistenza al nazifascismo”.

“Essere antifascisti oggi – scrivono invece le Acli delle Marche – significa praticare forme di partecipazione democratica, operare per rendere la nostra società più coesa e solidale e, infine, costruire un futuro basato sulla convivenza pacifica, sul rispetto dei diritti umani e sulla giustizia sociale”.

Le Acli di Milano, come di consueto, parteciperanno invece alle celebrazioni promosse dalle Istituzioni e dal Comitato permanente antifascista contro il terrorismo per la difesa dell’ordine repubblicano. In particolare saranno presenti alla manifestazione centrale che, partendo da Corso Venezia raggiungerà Piazza Duomo alle 15,30.

A Gorgonzola le Acli sono in prima fila nella collaborazione con il Comune per due giornate di eventi volti a fare memoria e tenere vivo non solo il ricordo ma anche il significato della Liberazione.

Anche a Varese le Acli provinciali aderiscono e collaborano alla manifestazione indetta dal Comune e dalle associazioni partigiane per il 25 aprile rispondendo all’appello “Per la libertà, la democrazia e per la pace. Mai più fascismi!”.

A Biella, Cassano, Rho, Firenze, Lucera, Siena, Roma, Trento, Reggio Calabria, Potenza, Cremona, Luino, Battipaglia, Benevento le Acli celebrano la Festa della Liberazione aderendo a manifestazioni promosse dall’Anpi o dalle Istituzioni.

Numerosi circoli Acli in tutta Italia metteranno le proprie strutture a servizio delle celebrazioni ufficiali.