Le Acli del Molise parlano di rete… a bordo di una nave

Si svolgerà a bordo di una nave ancorata al porto di Termoli, in provincia di Campobasso, l’incontro su “La rete: costrizione o comunità?” promosso dalle Acli regionali del Molise per il prossimo 3 maggio alle ore 15.

L’iniziativa, rivolta in primo luogo ai professionisti ed agli studenti della comunicazione, è realizzata in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti del Molise e l’Ucsi regionale, grazie anche alla disponibilità della Capitaneria di porto di Termoli.

“Si parla spesso di cittadini “imbrigliati” o “presi” dalla rete – spiega l’animatore dell’incontro, il presidente provinciale delle Acli di Isernia e commissario delle Acli di Campobasso Enzo Scialò – ma si può anche “fare” rete e rafforzare la comunità”.

Il programma del pomeriggio prevede in apertura i saluti del Comandante della Capitaneria di porto Francesco Massaro, del presidente dell’Ordine dei giornalisti del Molise Giuseppina Petta, del consigliere nazionale dell’Ucsi Enrica Cefaratti e del vescovo di Termoli mons. Gianfranco De Luca.

Ad introdurre i lavori sarà il presidente dell’Ucsi regionale Rita D’Addona.

Il primo intervento in programma sarà quello di don Dario Edoardo Viganò, assessore del dicastero per la comunicazione della Santa Sede, che interverrà proprio sul tema “La rete: costrizione o comunità?”.

Prenderà poi la parola il caporedattore del Tgr Molise Giancarlo Fiume, con un intervento su “I Tgr: esperienza di una rete di informazione del nostro Paese”.

Seguirà l’intervento del giudice Daniele Colucci su “Mediaetica e deontologia su aspetti giuridici nella rete”.

A seguirà sarà la volta di Sergio Perugini, della Commissione film della Cei, con un contributo su “Il linguaggio del cinema”.

Chiuderà i lavori Lanfranco Norcini Pala, direttore del nostro sito Farebene.info, con un intervento su “Le idee nell’era di internet”.

I lavori saranno coordinati dal giornalista don Bentio Giorgetta.

La partecipazione all’incontro darà diritto a 4 crediti formativi per gli iscritti all’Ordine dei giornalisti.