Tornano i corsi ABC sul bene comune delle Acli di Brescia

Leggi il testo

Tornano i corsi ABC delle Acli di Brescia su come amministrare il bene comune.

Nel prossimo maggio 2019 circa 150 comuni bresciani andranno al voto: si eleggeranno sindaci e consiglieri comunali che, per i successivi cinque anni, amministreranno le varie comunità.

Amministrare la cosa pubblica è un compito non facile: richiede tempo e competenze, ma soprattutto spirito di servizio e dedizione, perché non si ha a che fare con cose di nostra proprietà, ma cose di tutti: beni comuni.

Fare l’amministratore richiede una preparazione che le Acli di Brescia, da alcuni anni, hanno pensato di offrire in diverse zone della provincia appunto con i corsi di formazione ABC, acronimo che sta per “Amministrare il Bene Comune” ma anche “Amministrare Bene il Comune”.

Il bene “Comune” con la C maiuscola è l’istituzione più vicina ai cittadini, quella a cui si rivolgono le persone con un bisogno: economico, sociale, ma anche legato all’edilizia o all’urbanistica.

Sempre più sono necessarie alcune competenze “tecniche”, che riguardano sia le leggi che regolano i vari ambiti (bilancio, urbanistica, servizi sociali ecc.) che le modalità di funzionamento degli uffici, del Comune, dei vari enti.

La proposta delle Acli è per tutti coloro che hanno un interesse per la “cosa pubblica” e vorrebbero avvicinarcisi, acquisendo anche qualche competenza per poter arrivare al momento delle elezioni (da candidati o anche da semplici simpatizzanti) con alcune nozioni di base e un po’ di chiarezza in testa.

“Al tempo dei social e dei tweet – spiegano le Acli di Brescia – può sembrare che tutto sia semplice e realizzabile in pochi secondi: l’esperienza di tutti i giorni ci mostra come dagli annunci debbano poi seguire azioni concrete, le “sparate” devono tradursi in provvedimenti veri e scritti. Insomma, per far sì che le cose funzionino, che i servizi vengano erogati ai cittadini e le parole diventino realtà, servono impegno e azione, nonché un pensiero magari un po’ “alto” rispetto al paese (e al Paese) che desideriamo per il futuro”.

Saranno sei i corsi proposti nella provincia, realizzati con il Patrocinio della Provincia di Brescia e dell’Associazione Comuni Bresciani.

Il primo a partire, dal 12 gennaio, sarà quello della Zona Valle Camonica. Seguiranno la Zona Hinterland (dall’11 febbraio), la Zona Bassa orientale e Garda (dal 12 febbraio), la Zona Franciacorta, Sebino, Ovest bresciano (dal 21 febbraio), la Zona Valle Sabbia (dal 21 febbraio), la Zona Valle Trompia (dal 2 marzo).

Al termine di tutti i corsi ABC i partecipanti potranno partecipare alla visita al Parlamento Europeo e al Consiglio d’Europa, da sabato 23 a lunedì 25 marzo 2019.

Per informazioni: sito delle Acli di Brescia