Grazie al Circolo Acli Nino Guareschi torna a Trigoso

Leggi il testo

Dopo una tappa forzata di sei anni Giovannino Guareschi, Nino per i suoi genitori, riprende a correre sui ciottoli del borgo grazie all’iniziativa del Circolo Acli “S. Sabina” di Trigoso, frazione del comune di Sestri Levante in provincia di Genova.

In ricordo delle vacanze felici passate dallo scrittore con la famiglia a Trigoso prima della Grande Guerra, il prossimo 2 ottobre alle ore 17,30, nella piazzetta del paese, le Acli inaugureranno una nuova statua dedicata a Guareschi realizzata dallo scultore Leonardo Lustig.

La precedente statua di Nino bambini, realizzata dallo scultore Pietro Luigi Ravecca, fu infatti rubata nel 2014.

Parteciperanno alla cerimonia il figlio del noto scrittore Alberto Guareschi, il vescovo di Chiavari mons. Alberto Tanasini ed il sindaco di Sestri Levante Valentina Ghio.

Quelle delle famiglia Guareschi a Trigoso erano vacanze felici. In quell’occasione Nino vedeva la famiglia riunita e serena dato che suo padre, operaio militare nella Trafileria di Casarza, la raggiungeva durante la libera uscita nella canonica di don Giovanni Battista Chiappe dov’era ospitata grazie alle cure dell’amica Lenin Castagnola.

Così, ripreso in mano il cerchio e il bastoncello che gli ha fornito lo scultore, grazie al Circolo Acli “S. Sabina” Nino Guareschi bambino riprende la sua corsa sui ciottoli di Trigoso.