A Consorzio Casa e Acli Torino la “Madonnina” di Mondovì

Il Consorzio Casa Torino, in collaborazione con le Acli del capoluogo piemontese, ha acquistato il complesso immobiliare della “Madonnina” di Mondovì, in provincia di Cuneo.

Il grande edificio, attualmente di 24mila metri quadrati, verrà completamente ristrutturato per poter ospitare 100 appartamenti di ultima generazione, che potranno essere affittati a canone concordato. Il progetto prevede un consistente taglio delle volumetrie, a dimostrazione di un intervento che nulla avrà di speculativo.

Abbandonato da decenni, il complesso della “Madonnina” è situato in una delle posizioni più belle della Città di Mondovì e in questi anni è stato al centro di vari progetti di alienazione o riqualificazione che non hanno mai visto la luce.

L’intervento di housing sociale, presentato dal Consorzio Casa e dalle Acli di Torino in accordo con il Comune, potrà rifunzionalizzare un’area in forte degrado e, nel contempo, attrarre nuove famiglie ed offrire loro la possibilità di avere una casa a prezzi inferiori a quelli di mercato.

Gli appartamenti, infatti, verranno assegnati in locazione per un periodo di 5 anni ad un canone agevolato. Allo scadere di questo periodo gli assegnatari potranno decidere di continuare con la locazione o, in alternativa, potranno acquistare l’immobile al prezzo definito, inferiore a quello di mercato. Le assegnazioni vedranno una prelazione ai cittadini monregalesi.

Il Consorzio Casa Torino delle Acli, nato nel 1965, ha realizzato negli anni circa 8.000 alloggi, assegnati in proprietà o in godimento ai soci delle Cooperative edilizie ad esso associate.