Le Acli di Roma confermano presidente Lidia Borzì

Lidia Borzì è stata riconfermata presidente provinciale delle Acli di Roma dal consiglio eletto in occasione del congresso del 26 settembre scorso.

Borzì, eletta all’unanimità, guiderà l’associazione per i prossimi quattro anni.

Le Acli di Roma rilanciano il proprio impegno al fianco dei cittadini, soprattutto grazie alla propria rete interna che, forte di una diffusione capillare sul territorio attraverso presidi, sportelli, circoli, nuclei nei luoghi di lavoro e associazioni specifiche, la rende capace di intercettare i bisogni e i disagi emergenti della popolazione.

“La mia rielezione – ha detto dopo la rielezione la presidente Borzì – è un riconoscimento al grande lavoro che tutta la squadra delle Acli di Roma ha messo in campo in questi anni al servizio della comunità. Una riconferma che dedico agli uomini e donne che, ogni giorno, lontano dai riflettori, con passione e competenza operano nell’associazione per contribuire a costruire un orizzonte di speranza per la città, al fianco dei poveri, delle famiglie, dei giovani precari e dei tanti lavoratori e lavoratrici a basse tutele e bassi salari”.

“Vogliamo fare la nostra parte nel territorio della città metropolitana – ha proseguito la presidente delle Acli di Roma – per interrompere la filiera del negativo, che, dalla crisi sanitaria ha condotto al lockdown e da questo alla crisi dell’economia e del lavoro, infine alla crisi sociale. Vogliamo portare la nostra esperienza, i nostri contenuti, le nostre proposte, e scegliere insieme i temi prioritari da cui ripartire coniugando concretezza e lungimiranza anche nella prospettiva delle prossime elezioni amministrative”.

Il consiglio provinciale ha anche eletto i componenti della presidenza provinciale che affiancheranno la presidente.

Antonio De Francesco sarà vicepresidente vicario con delega alla vita cristiana e allo sviluppo delle sinergie di sistema e sviluppo dei servizi; Arnaldo Di Stefano è stato eletto vicepresidente con delega alla socialità e all’aggregazione; Faida Di Santo sarà vicepresidente con delega alla sanità e allo sviluppo dei nuclei; Giulia Di Gregorio è la responsabile dello sviluppo associativo, welfare e servizio civile; Arturo Di Rosa ha avuto la delega alle convenzioni; Sandra Giorgio è responsabile del Coordinamento Donne e Acli Colf; Francesco Pappalardo è stato nominato amministratore responsabile delle politiche finanziarie ed economiche di Sistema e disabilità; Remo Cipriani è invitato in presidenza con delega ai trasporti.

Fanno parte della squadra anche alcuni consiglieri delegati: Alessandra Balsamo con delega allo sviluppo del Punto Acli Famiglia e legalità; Paolo Frusone con delega alla formazione; Salvatore Gerelli con delega al progetto “Aiuto alla Chiesa che soffre” e similari; Paolo Mellucci con delega alla cultura; Valerio Vasale con delega al consumerismo.

La presidenza provinciale delle Acli di Roma si completa con i componenti di diritto: Francesco De Vitalini in quanto segretario provinciale della Fap Acli, Luca Serangeli come presidente dell’Us Acli e Graziano Sciarra in qualità di presidente del Cta.