Il Circolo Acli di Esch sur Alzette in ascolto delle persone

Il Circolo Acli di Esch sur Alzette, in Lussemburgo, prosegue il suo impegno anche durante questa difficile fase della pandemia ed ha deciso di attivare un servizio di ascolto.

L’iniziativa è rivolta alle persone che, a causa delle misure di contenimento del virus, soffrono particolarmente di solitudine o di una visione estremamente pessimistica circa il futuro.

Al servizio si rivolgono anche coloro che nutrono dubbi circa la possibilità di coltivare nuove amicizie o integrarsi in un territorio straniero, spesso con difficoltà linguistiche.

Due volte a settimana gli operatori del Circolo Acli rispondono alle telefonate ascoltando le storie o i problemi dei nostri connazionali che vivono in Lussemburgo.

All’occorrenza, le persone che telefonano vengono indirizzate verso professionisti qualificati o verso strutture di sostegno presenti sul territorio.