Le Acli di Cuneo ricordano Cerini con un defibrillatore

E’ stato inaugurato a Mondovì, in provincia di Cuneo, il defibrillatore in memoria di Bruno Cerini, scomparso all’età di 67 anni nel gennaio di quest’anno, dal 2014 presidente del Circolo Acli “Gruppo Amici dell’Annunziata” di Villanova Mondovì e dal 2016 consigliere provinciale delle Acli di Cuneo.

Il defibrillatore in ricordo di Cerini, che era stato vigile urbano della polizia locale di Mondovì e vigile di quartiere all’Altipiano, è stato acquistato grazie a una raccolta fondi a cui ha aderito anche la sede provinciale delle Acli, con un’offerta consegnata alla famiglia in occasione della manifestazione per la riapertura dei circoli del 28 febbraio scorso.

“Bruno Cerini – ricorda il presidente delle Acli di Cuneo Elio Lingua – è stato per l’associazione un carissimo amico, un grande collaboratore, un volontario prezioso, che negli anni ha saputo farsi apprezzare da tutti, per generosità e dedizione. Siamo contenti di aver contribuito all’acquisto di questo strumento salvavita, che lo ricorderà sempre per come era: un uomo simpatico, socievole, molto impegnato nel sociale, conosciuto e apprezzato da tutti”.

All’inaugurazione del defribillatore, collocato in pazza Monteregale, ha partecipato in rappresentanza delle Acli di Cuneo Pier Mario Longo.