Ponti di Cotone: non si ferma il Circolo Acli di Cassano d’Adda

L’emergenza coronavirus non ha fermato “Ponti di Cotone“, l’attività promossa dal Circolo Acli di Cassano d’Adda, in provincia di Milano.

Il progetto si propone di recuperare i saperi e le competenze pratiche femminili derivanti da tradizioni e culture diverse, condividerli in tecniche varie di lavoro per la prevalente realizzazione di abbigliamento ed accessori, offrendo momenti di lavoro in gruppo a donne italiane e straniere.

“Siamo un gruppo di donne molto diverse tra noi – spiegano le promotrici di “Ponti di Cotone” del Circolo Acli di Cassano d’Adda – ma accomunate dalla tanta voglia di fare, di imparare e ovviamente divertirci“.

“Ogni anno – spiegano ancora le creative animatrici del progetto – la nostra agenda prevede le attività più disparate come la creazione di babbucce all’uncinetto, realizzazione di borse in stoffa con ombrelli rotti, riciclo di materiali per decorazioni natalizie, collane fatte con cerniere lampo, fiori di carta e tanto altro ancora”.

Con l’emergenza sanitaria l’attività è proseguita tramite la pagina Facebook, con dirette ed appuntamenti settimanali.

Le donne del progetto “Ponti di Cotone” hanno anche lanciato l’idea della coperta collettiva: le partecipanti, da casa, stanno realizzando dei quadrotti all’uncinetto che, appena possibile, verranno uniti in una’unica coperta.