Assegnato il premio delle Acli di Trento alle donne in agricoltura

Il Coordinamento Donne delle Acli di Trento ha decretato le vincitrici della prima edizione del premio “Donne e agricoltura per la nostra terra trentina”.

Davanti al pubblico del Vigilianum, hanno ricevuto i riconoscimenti Stefania Gaiotto, produttrice di frutta biologica, mais e allevatrice di pollame di Civezzano; Stefania Lusuardi produttrice di ortaggi, piante officinali ed esperta in agricoltura sinergica di Monte Terlago; Nadia Laura Pitto, coltivatrice di cereali e piante officinali in val di Fassa.

Il premio, promosso in collaborazione con l’Arcidiocesi di Trento, le Acli di Trento, il Csv, la Fap Acli e la Fondazione Edmund Mach, ha lo scopo di incoraggiare le donne a nuove forme di partecipazione e di creazione di buon lavoro in agricoltura.

A questa prima edizione hanno partecipato 17 imprenditrici agricole con progetti innovativi ed attenti alle peculiarità del territorio.

Alle vincitrici è stato assegnato un premio di 2.000 euro ciascuna mentre a tutte le partecipanti è stato consegnato un riconoscimento.