I pomeriggi letterari del Circolo Acli “Cristo Re” di Brescia

Un borgo che legge, una città che partecipa“: con questo titolo prende il via domani 10 novembre il ciclo di incontri letterari promosso dal Circolo Acli “Cristo Re” di Borgo Trento a Brescia.

Donne e uomini bresciani che scrivono incontreranno i lettori per presentare l’ultima loro opera e discuterne con i presenti.

L’incontro di domani sarà con Federico Montuschi ed il suo romanzo “Due. Dispari“.

Federico Montuschi è un ingegnere anomalo, con le sue passioni per la scrittura, la lettura e la musica rock. Dalla sua mente vulcanica escono note e pagine, che si traducono in concerti e in libri. “Due.Dispari” è il suo secondo romanzo e racconta di un ispettore che, in Costarica, si deve districare tra violenze, scomparse, segreti, molti temporali e una buona dose di rock di sottofondo.

Il 17 novembre si terrà il secondo incontro, questa volta con Adelaide Baldo ed il suo “Per amore e desiderio. Lettera all’uomo che sarai” .

Il libro nasce da un desiderio semplice e molto comune, quello di una nonna che vuole trasmettere al nipote una preziosa eredità: i suoi pensieri, emozioni e riflessioni come bussola per orientarsi nella inquieta complessità del mondo. Il nipote in realtà non è ancora nato, ma la nonna già pensa a lui in un dialogo fra generazioni nel segno della speranza.

il 24 novembre terzo incontro con Milly Ghidinelli e Irene Panighetti sarà invece dedicato a “Elena Piovani. Il fascino discreto della cultura“.

Elena Piovani, indimenticabile donna di cultura, in Borgo Trento trascorse parte della sua vita durante la quale sollevò il vento della cultura nella Brescia degli anni ‘60 e ‘70, dapprima attraverso il Circolo del Cinema, poi con la libreria Rinascita. Il libro ne traccia un profilo biografico attingendo a documenti biografici e fotografici e, soprattutto, alle testimonianze di quanti con lei hanno percorso un tratto di cammino della propria vita.

La rassegna si concluderà il 1 dicembre con Beatrice Viola ed il suo “Avventure tragicomiche di una supplente“.

Il libro nasce dal blog Dicebeatrice che che la scrittrice ha aperto per raccontare le sue esperienze da supplente: storie narrate senza alcuna intenzione di emettere giudizi o di lanciare messaggi, semplicemente con la voglia di dare voce agli alunni, con leggerezza. Anche se a volte emerge la pesantezza del sistema scolastico, ministeriale, previdenziale, che la nostra supplente affronta però sempre con la forza che le deriva dalle relazioni e dalla passione verso il proprio lavoro.

Tutti gli incontri avranno inizio alle ore 16 presso lo spazio multifunzionale “Il folle volo“.

Per informazioni: sito del Circolo Acli “Cristo Re”